Trading online: quali broker accettano postepay?

Per operare nel Forex, nel trading binario o in qualsiasi altro tipo di investimento online, è necessario aprire un conto con un broker. I broker che operano nel rispetto della normativa vigente non possono accettare soldi in contanti per le iscrizioni, ma solo modalità di pagamento tracciabile, come il bonifico, le carte di credito o le varie monete elettroniche, sempre più comuni nel panorama economico internazionale.

Per molti italiani, la necessità di effettuare pagamenti con tali moderni mezzi, può essere difficoltosa perché non sempre si è in possesso delle classiche carte di credito: in molti, infatti, presentando conti presso Poste Italiane e non presso le banche, dispongono solo della carta Postepay. Proprio per allargare il mercato del trading anche ai trader italiani, i migliori broker si sono attrezzati per accettare i pagamenti anche con questa carta. Si possono quindi effettuare transazioni relative all’apertura dell’account ed effettuare tutti i pagamenti, sia in entrata che in uscita, anche con questa carta. Come si può immaginare, sono stati soprattutto alcuni broker a scegliere di utilizzare i pagamenti tramite Postepay e, in particolare, quei che hanno interesse ad operare nel mercato italiano. La maggior parte dei broker internazionali, invece, non offre tale possibilità.

Postepay a differenza delle principali carte di credito che rientrano in circuiti internazionali, viene rilasciata esclusivamente da Poste Italiane e non è riconosciuta da tutti i circuiti di pagamento. Pur potendo essere utilizzata in molti contesti online o in ambiente europeo, non ha le stesse funzionalità di una carta di credito a tutti gli effetti, ma piuttosto quelle di una prepagata.

Nel caso del trading online, i broker che fanno richiesta di legalizzazione in Italia, ossia che richiedono le certificazioni per essere riconosciuti nella penisola, puntano ad utilizzare, tra i metodi di pagamento, anche la carta Postepay. E d’altro canto, evitarne l’uso significherebbe tagliare fuori una gran parte di investitori che non hanno altra possibilità di pagamento tracciabile. I broker che per primi hanno aperto le porte all’uso di Postepay ci sono Plus500 e soprattutto i broker per le opzioni binarie, come IQ Option, 24 Option, BD Swiss e Banc de Binary. Questi, infatti, operano con un gran numero di investitori italiani, per cui hanno sentito da subito la necessità di andare incontro agli aspiranti trader offrendo una modalità di pagamento sicura e, soprattutto, molto sfruttata.

Per poter utilizzare Postepay per aprire un account o per effettuare e ricevere pagamenti dal proprio broker, è necessario che la carta sia intestata a chi apre il conto. Non si può, infatti, utilizzare la Postepay di un parente, di un genitore o di un coniuge perché è fondamentale che chi apre il conto con il broker sia anche il possessore del conto della carta. Al momento dell’apertura dell’account, infatti, vengono richiesti una serie di documenti, tra cui quello di riconoscimento, per assicurarsi della reale esistenza della persona che richiede l’apertura del conto e per avere la massima garanzia sulle possibilità, da parte del trader, di effettuare pagamenti tracciabili. La tracciabilità, infatti, è uno dei principali modi con cui i broker assicurano i propri clienti sull’effettivo utilizzo dei capitali investiti.

>>> FAI TRADING ONLINE CON PLUS500: CLICCA QUI <<< "80.6% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro"