Azimut

Ecco le quotazioni del titolo Azimut. Grazie al nostro grafico in tempo reale puoi seguire l’andamento del valore delle azioni Azimut e mettere a punto la tua strategia di investimento.

ULTIME NOTIZIE AZIONI AZIMUT

Settembre 2017Azimut, agosto raccolta netta a 311 milioni superando, da inizio anno, quota 4,1 miliardi. Da segnalare che il fondo Azimut Global Sukuk entra nella piattaforma di distribuzione di Abu Dhabi Islamic Bank.

Come investire sul titolo: quotazioni e analisi

Se vuoi investire in azioni Azimut devi assolutamente fare un’analisi approfondita del titolo. Qui troverai il grafico aggiornato in tempo reale ma, soprattutto, un’analisi più approfondita dell’azione che ti permetterà di valutare strategie di investimento per operazioni di trading di breve, medio e lungo periodo. Azimut Holding è una società di servizi finanziari operante in prevalenza nel comparto dei prodotti a risparmio gestito e delle polizze vita, mediante una propria rete di promotori. Principale gruppo italiano indipendente, è attiva dal finire degli anni ’80 nel comparto della gestione del risparmio: la sua capogruppo è quotata alla Borsa di Milano dal 2004, ed è parte integrante del paniere di titoli che compongono l’indice FTSE MIB.

È possibile investire in Azimut Holding acquistando i titoli di partecipazione azionaria sul mercato regolamentato MTA di Borsa Italiana, oppure usando l’asset come sottostante di opzioni binarie, contratti per differenza e altri strumenti finanziari derivati.

Informazioni principali

  •  Nome: Azimut Holding
  • Codice ISIN: IT0003261697
  • Sede: Via Cusani, 4 – 20121 Milano (MI)
  • Partita IVA e Codice Fiscale: 03315240964
  • Fondazione: 1988
  • Sito web: azimut.it
  • Figure chiave: Pietro Giuliani (presidente), Sergio Albarelli (amministratore delegato)
  • Principali azionisti: Patti parasociali (14,25%), Azioni proprie (7,50%), Altri azionisti (78,25%)*
  • Fatturato: 707 milioni di euro (2015)
  • Risultato operativo: 278 milioni di euro (2015)
  • Utile netto: 247 milioni di euro (2015)
  • Dipendenti: 173
  • Azioni emesse: 143,2 milioni
  • Capitalizzazione: 2,278 miliardi di euro
  • Numero azioni scambiate al giorno: 1,5 milioni
  • Volatilità: 22%

*L’azionariato di riferimento di Azimut Holding è rappresentato da circa 1.500 dipendenti, consulenti finanziari, gestori e manager, organizzati in patti di sindacato.

Profilo Azimut Holding

 Principale gruppo italiano indipendente nel settore del risparmio gestito, il gruppo comprende diverse società che sono attive nella promozione e nella distribuzione di prodotti di natura finanziaria e assicurativa in Italia, Lussemburgo, Irlanda, Cina, Monaco, Svizzera, Singapore, Taiwan, Turchia.

FAI TRADING CON LE AZIONI AZIMUT HOLDING: >>> CLICCA QUI <<<

Nel nostro Paese è la controllata Azimut Capitale Management Sgr a occuparsi della promozione e della gestione di fondi comuni di diritto italiano, di fondi hedge di diritto italiano e di gestioni su base individuale. Tra le altre società del gruppo operanti in Italia anche Azimut Consulenza SIM, AZ Investimenti SIM e Apogeo Consulting SIM, che si occupano della distribuzione dei prodotti del gruppo e di terzi mediante la propria rete di promotori finanziari. La società Azimut Counseling si occupa invece di consulenza.

Per quanto concerne le principali società estere, troviamo la lussemburghese AZ Fund Management, e le irlandesi AZ Life Ltd e AZ Capital Management Ltd.

Previsioni azioni Azimut Holding: investire oggi conviene?

 La società ha recentemente diffuso i dati 2016. Al suo interno figurano ricavi netti per 380,2 milioni di euro, profitto operativo per 205,3 milioni di euro, net income per 172,7 milioni di euro. Si tratta di dati relativamente contrastanti, che non hanno convinto tutti gli analisti.

Se infatti alcuni elementi  figurano essere in linea con le stime (si pensi alle commissioni di gestione), altri hanno sollevato qualche perplessità più o meno tenue, come i costi operativi superiori agli auspici di qualche osservatore. Non sono comunque mancati anche i dati di sorprendente rilievo: le commissioni di prestazione sono state pari a 50,4 milioni di euro contro attese non superiori a 42-43 milioni di euro, grazie principalmente alle buone prestazioni trimestrali dell’ultima parte del 2016.


Puoi leggere anche:


Complessivamente, la società ha confermato una buona capacità a generare reddito netto e, se si dimostrerà sufficientemente capace di lavorare sulle efficienze di costi e sul bilanciamento dei prodotti, potrebbe prolungare anche nel prossimo futuro a breve termine tale trend.

 Quotazione in tempo reale

 Dai massimi recenti della primavera 2015, quando la quotazione del titolo superò quota 28 euro per azione, la società ha avviato una fase decrescente che – nonostante le ampie parentesi positive – ha condotto i propri titoli a quotare meno di 13 euro nell’autunno 2016. Oggi le quotazioni sembrano essere in ripresa intorno a quota 16 euro, mantenendosi tuttavia ben al di sotto dei principali picchi toccati non solamente nella già ricordata primavera 2015, quanto anche nel precedente massimo dell’aprile 2014, quando il titolo azionario sfiorò quota 24 euro.

Dividendi Azioni Azimut Holding

 Il consiglio di amministrazione di Azimut Holding ha proposto all’assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo pari a 1 euro per azione, pari a circa il 6,3% del dividend yield sulla base dell’attuale prezzo delle azioni. Si tratta di un dividendo leggermente più generoso delle attese degli analisti e di quanto la stessa società ebbe modo di formulare qualche tempo fa.

Per quanto concerne il futuro, riteniamo che il dividend yield possa essere condotto ancora in miglioramento, puntando probabilmente al 7% già quest’anno, e all’8% per quello successivo, in linea con gli auspici del top management della compagine.

Conviene investire?

 Riteniamo che il trend già tracciato da tempo da Azimut Holding possa proseguire sulla buona strada, e che pertanto l’investimento in questa società possa confermarsi sufficientemente redditizio. Ad ogni modo, come peraltro abbiamo già accennato nelle righe che precedono, molto dipenderà dall’attenzione che la società saprà riporre nei confronti di alcuni punti chiave come l’efficienza dei costi (di distribuzione e operativi), e la gestione dei prodotti – attualmente il portafoglio è perfino troppo ampio, e probabilmente potrebbe essere il caso di optare per una buona razionalizzazione.

A proposito di razionalizzazione, non è da escludere che la società possa rivedere qualcosa nella propria presenza internazionale, tra potenziali riorganizzazioni finalizzate a ottenere nuove economie di scala, e qualche sondaggio (prudente) su economie emergenti.

>>> FAI TRADING ONLINE IN DEMO CON PLUS500: CLICCA QUI <<<

In linea di massima, la strada di sviluppo è comunque piuttosto solida ed è altresì lecito pensare che i principali indicatori di bilancio (ricavi netti, profilo operativo e net income) possano migliorare ulteriormente già nel corso del 2017-2018, almeno in linea con le principali aspettative del management.

Teniamo comunque sotto controllo i rischi fondamentali, quali quelli derivati da un rallentamento oltre le attese per la crescita macro economica italiana, e nei principali mercati in cui le attività societarie sono attualmente concentrate.

Come fare trading 

 Potete fare trading su azioni Azimut Holding acquistando direttamente i titoli flottanti sui mercati di Borsa, mediante le piattaforme di trading del vostro broker. Attraverso la stessa piattaforma di trading dell’operatore scelto potrete altresì acquistare strumenti derivati come i contratti per differenza, e puntare a una speculazione di breve – medio termine usando l’asset Azimut Holding come sottostante.

>>> FAI TRADING ONLINE CON PLUS500: CLICCA QUI <<< "80.6% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro"