Terna

Terna – Rete Elettrica Nazionale è un operatore di reti per la trasmissione dell’energia elettrica nel nostro Paese. La società, fondata nel 1999, ha attualmente sede a Roma e – attraverso la Terna Rete Italia – gestisce la Rete di Trasmissione Nazionale con più di 72 mila km di linee elettriche in alta tensione: un numero che rende la società il principale player indipendente del continente europeo per quanto concerne le linee gestite.

In aggiunta a quanto sopra, Terna – Rete Elettrica Nazionale può vantare 850 stazioni di trasformazione e di smistamento, 1 centro nazionale di controllo, 8 centri di ripartizione, 3 centri di teleconduzione, 25 linee di interconnessioni con l’estero, oltre alla titolari di SAPEI, il più lungo cavo sottomarino al mondo, con 435 km di estensione e una potenza di 1.000 MW.

La società è quotata alla Borsa di Milano, ed è parte integrante del paniere di titoli dell’indice FTSE MIB.

Informazioni principali

  • Nome: Terna – Rete Elettrica Nazionale
  • Codice ISIN: IT0003242622
  • Sede: Viale Egidio Galbani, 70 – 00156 – Roma
  • Fondazione: 1999
  • Codice fiscale / Partita Iva: 05779661007
  • Sito web: www.terna.it
  • Figure chiave: Catia Bastioli (presidente), Luigi Ferraris (amministratore delegato)
  • Principali azionisti: CDP (29,85%)
  • Fatturato: 2,1 miliardi di euro (2016)
  • Risultato operativo: 1,54 miliardi di euro (2016)
  • Utile netto: 633,1 milioni di euro (2016)
  • Dipendenti: 4.000
  • Azioni emesse: 2 miliardi
  • Capitalizzazione di mercato: 10,2 miliardi di euro
  • Media giornaliera azioni scambiate: 7 milioni
  • Volatilità: 12%

Profilo Terna

Terna è società proprietaria della rete di trasmissione nazionale in Italia, contraddistinta da un network di linee in alta tensione superiore ai 73 mila km. Come anticipato, in seguito a tale caratteristica Terna può facilmente aggiudicarsi il primato di operatore di rete indipendente in Europa, e può annoverare la propria posizione tra i primi 10 operatori di rete indipendente in tutto il mondo.

La società gestisce, in regime di concessione, la trasmissione di energia elettrica nel nostro Paese. Mediante la controllata Terna Rete Italia Spa garantisce altresì il rispetto degli standard di qualità, di sicurezza e di economicità. Per una simile attività, Terna riceve una remunerazione sulla base del sistema tariffario dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico. La remunerazione viene erogata per l’utilizzo della porzione di RTN mediante un corrispettivo riconosciuto dalla stessa AAEG, aggiornato ogni quattro anni.

Ulteriormente, rammentiamo come Terna sia soggetto responsabile delle attività di dispacciamento dell’energia elettrica in alta tensione e delle attività di manutenzione della RTN. Attraverso Terna Plus può inoltre sviluppare delle attività di mercato e delle nuove opportunità di business.

Quotata dal 2004, è una delle principali realtà industriali di Borsa Italiana e, dunque, dell’indice FTSE MIB.

Previsioni azioni Terna

 Terna ha annunciato di aver chiuso il bilancio 2016 con un utile netto pari a 633,1 milioni di euro, in aumento del 6,3% a/a. La società ha inoltre conseguito ricavi per 2,1 miliardi di euro (+1% a/a), EBITDA per 1,54 miliardi di euro (+ 0,4% a/a). sul fronte patrimoniale e finanziario, rileviamo  un indebitamento a 7,9 miliardi di euro, in flessione di 43,8 milioni di euro sull’esposizione della fine del 2015.

La società ha brevemente commentato i principali risultati ottenuti nel corso del 2016 affermando che tutti gli indicatori economico – finanziari sono in crescita, grazie soprattutto all’effetto positivo dei programmi di ottimizzazione dei processi operativi e di disciplina finanziaria, avviati nel corso degli ultimi anni.

Stesso ottimismo è stato espresso nei confronti del 2017, esercizio nel quale la società intende confermare i buoni presupposti già maturati, e in corso di ulteriore sviluppo per i prossimi trimestri.

Quotazioni Terna

L’andamento della quotazione delle azioni Terna è inquadrabile in un trend di lungo termine sicuramente positivo, che ha permesso di condurre il valore di mercato dei titoli della compagnia energetica da circa 2,5 euro di cinque anni fa, all’attuale valore di oltre 5 euro: un raddoppio che la società ha conseguito con una crescita costante, fatta eccezione per una parentesi media negativa iniziata nella primavera del 2016 e terminata nell’inverno dello stesso anno.

Oggi le quotazioni delle azioni Terna sono in una fase di buona spinta al rialzo, con un valore di poco superiore ai 4 euro alla fine del mese di gennaio 2017, all’attuale valore di oltre 5 euro.

Dividendi Azioni Terna

Sulla base dei positivi risultati conseguiti nel corso del 2016 il consiglio di amministrazione della società ha scelto di proporre all’assemblea degli azionisti una cedola di 20,6 centesimi di euro per azione, in linea con la policy che era stata presentata al mercato nel corso delle settimane precedenti, pari a una crescita media annua del 3% sul valore del 2015. La cedola comprende anche un acconto di 7,21 centesimi di euro già pagato a novembre 2016.

Si tratta di un piccolo passo in avanti rispetto a quanto gli azionisti erano stati abituati a ricevere: nei quattro anni precedenti, infatti, il valore del dividendo era stato pari a 20 centesimi di euro, di cui 7 centesimi di euro pagati a titolo di acconto nel mese di novembre.

Conviene investire in Terna

La società ha presentato un piano industriale 2017-2021 nel quale elabora alcune incoraggianti prospettive di crescita. Tra le principali, la possibilità di ottenere – già nel 2017 – ricavi per 2,25 miliardi di euro, EBITDA per 1,58 miliardi di euro, EPS di circa 34 centesimi per azione. Nel 2021 la società si attende di condurre il fatturato a 2,3 miliardi di euro, EBITDA di 1,7 miliardi di euro, profitti netti in aumento del 3%.

Si tratta di piani relativamente ambiziosi e discretamente sostenibili, sui quali esprimiamo un giudizio positivo. Attenzione tuttavia a non sottovalutare eventuali fattori di “disturbo” nel conseguimento di tali target, come potrebbe ad esempio accadere nell’ipotesi di modifiche sulla regolamentazione del settore, o ancora su andamenti dei consumi energetici fortemente negativi rispetto agli auspici.

Come fare trading su Terna

È naturalmente possibile fare trading su Terna acquistando i titoli societari direttamente sul mercato spot, o utilizzando tali asset come sottostanti di investimenti in opzioni binarie, contratti per differenza o altri strumenti finanziari derivati.