Unipol Sai

Unipol Sai Assicurazioni Spa (più sepmlicemente, Unipol Sai) è una compagnia assicurativa italiana fondata nel 2014 e parte intengrante del gruppo Unipol, uno dei principali aggregati finanziari d’Italia.

Unipol Sai è oggi il frutto di un lungo percorso di evoluzione societaria, cominciato nel 1921 con la nascita di Società Assicuratrice Industriale (Sai): dopo quasi 80 anni di attività nel 2002 Sai si fonde con La Fondiaria Sai (a sua volta, fondata nel 1879), dando luogo alla società Fondiaria Sai. Successivamente, nel 2013, le rispettive assemblee societarie approvano la fusione per incorporazione in Fondiaria Sai di Milano Assicurazioni, Unipol Assicurazioni e Premafin, rinominando Fondiaria Sai in Unipol Sai.

Oggi Unipol Sai opera nel mercato italiano con le divisioni Unipol, La Fondaria, Sai, La Previdente e Nuova MAA, e opera in Serbia mediante il controllo della DDOR Novi Sad. Opera altresì nel settore bancassicurativo con Popolare Vita, Bim Vita e Incontra Assicurazioni.

Informazioni principali

  • Nome: Unipol Sai
  • Codice ISIN: IT0004827447
  • Sede: Via Stalingrado, 45 – 40128 Bologna
  • Partita IVA: 00818570012
  • Fondazione: 2014
  • Sito web: www.it
  • Figure chiave: Fabio Cerchiai (presidente del consiglio di amministrazione), Pierluigi Stefanini (vice presidente del consiglio di amministrazione), Carlo Cimbri (amministratore delegato)
  • Principali azionisti: Unipol Gruppo Finanziario (61,08%)
  • Utile netto: 497 milioni di euro (2016)
  • Azioni emesse: 2,8 miliardi
  • Capitalizzazione di mercato: 5,5 miliardi di euro
  • Media giornaliera azioni scambiate: 7,6 milioni
  • Volatilità: 19%

Profilo Unipol Sai

Unipol Sai è la compagnia assicurativa multiramo del gruppo Unipol. La società è leader nel mercato italiano nei rami Danni (e in particolar modo nel ramo RC Auto), ed è significativamente attiva anche nei rami Vita. Con più di 10 milioni di clienti, è altresì uno dei leader complessivi del mercato assicurativo italiano, con una raccolta diretta di 12,5 miliardi di euro.

Le sue attività sono oggi organizzate mediante 5 principali divisioni (Unipol, La Fondaria, Sai, La Previdente e Nuova MAA) con la più grande rete di agenzie in Italia: più di 3 mila punti operativi, oltre a 6.000 subagenzie distribuite su tutto il territorio nazionale, attraverso le quali riesce a offrire una gamma completa di soluzioni assicurative per la mobilità, per la casa, per il lavoro, per la protezione e per il risparmio.

In aggiunta al canale assicurativo tradizionale, Unipol Sai è altresì presente nel comparto bancassicurativo grazie a una serie di intese con Unipol Banca e alle joint venture con Popolare Vita (Gruppo Banco Popolare), Bim Vita (Banca Intermobiliare) e Incontra Assicurazioni (Gruppo Unicredit).

In ambito internazionale, Unipol Sai è presente in Serbia attraverso il controllo di DDOR Novi Sad, attualmente terzo operatore assicurativo nel mercato domestico.

Previsioni azioni Unipol Sai

Unipol Sai ha comunicato i risultati di bilancio 2016, esercizio chiuso con un utile netto di 497 milioni di euro, e dunque in diminuzione rispetto ai 711 milioni di euro che erano stati conseguiti nel corso dell’esercizio precedente, che era stato tuttavia influenzato dagli effetti positivi e non ripetibili del realizzo di alcune importanti plusvalenze conseguenti a una serie di attività di riposizionamento dell’asset allocation del portafoglio titoli.

In ambito patrimoniale, il patrimonio netto di pertinenza del gruppo assicurativo italiano alla fine dell’esercizio 2016 ammontava a quota 6,54 miliardi di euro, in calo dai 6,62 miliardi di euro dell’inizio dello stesso anno. A fine esercizio il margine di solvibilità individuale era pari a 2,43 volte i requisiti richiesti dai regolarmente vigenti.

Inoltre, emerge come gli investimenti finanziari della compagnia assicurativa nel corso del 2016 abbiano conseguito un rendimento del 3,7% degli asset investiti, nonostante il peso derivante dalla svalutazione dell’investimento effettuato nel fondo Atlante 1, per un importo di 19,5 milioni di euro, pari al 24% dello stesso investimento.

Infine, si sottolinea come la raccolta diretta assicurativa sia calata (al lordo delle cessioni in riassicurazione) a 12,5 miliardi di euro (- 10,6% a/a rispetto ai 13,98 miliardi di euro dell’anno precedente). Il calo è principalmente ricondotto alla flessione della raccolta vita (- 20,6% a/a a 7,2 miliardi di euro).

Quotazioni Unipol Sai

Al momento in cui scriviamo (giugno 2017) le quotazioni delle azioni Unipol Sai si trovano in una fase laterale di medio termine.

Nel corso degli ultimi quattro anni, le quotazioni dei titoli societari della compagnia assicurativa italiana si sono comunque mostrati discretamente mossi, con un picco di vicino ai 2,8 euro nella primavera del 2015, e un minimo intorno a 1,40 euro nell’estate del 2016.

Dividendi Azioni Unipol Sai

In seguito ai dati 2016, il consiglio di amministrazione di Unipol Sai ha proposto all’assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo 2017 pari a 12,5 centesimi di euro per azione, con un payout di circa il 77%.

La cedola 2017 (sui dati 2016) è dunque, in termini assoluti, lievemente inferiore a quella dell’anno precedente, quando furono pagati 15 centesimi di euro per azione ordinaria, confermando il trend di calo dei pagamenti nei confronti degli azionisti (nel 2015 furono pagati 17,5 centesimi di euro, nel 2014 19,5 centesimi di euro).

Conviene investire in Unipol Sai

Unipol Sai conta di consolidare, nel corso dell’anno, la propria posizione di operatore di riferimento nel mercato assicurativo italiano, cercando di mettere freno all’emorragia di raccolta netta che ha vissuto negli ultimi anni.

L’ampiezza della rete commerciale e la diversificazione del portafoglio, oltre alla eterogeneità dei canali di distribuzione dei propri prodotti e dei propri servizi, potrebbe permettere alla compagnia di poter conseguire i propri obiettivi, sebbene non manchino degli evidenti rischi, più o meno specifici.

In particolare, non si può non notare come la società abbia una fortissima concentrazione del proprio fatturato nel mercato domestico, e come pertanto potrebbe risentire di una nuova flessione nello stesso. In aggiunta a ciò, l’agguerrita concorrenza potrebbe continuare ad esercitare una pressione a ricavi e margini operativi.

Per queste ragioni, per il 2017 fissiamo una valutazione neutrale del titolo.

Come fare trading su Unipol Sai

Come in occasione di tutti i nostri focus sui titoli quotati all’indice FTSE MIB di Borsa Italiana, rammentiamo che potete fare trading su Unipol Sai acquistando le azioni della compagnia assicurativa sul mercato spot, o utilizzando tali asset come sottostanti per i vostri investimenti in strumenti derivati.