Unipol

Unipol (Unipol Gruppo Finanziario) è uno dei più noti gruppi finanziari italiani. Con sede a Bologna, la compagine opera con una serie di società dedicate alle assicurazioni (UnipolSai, Linear, Unisalute) e al settore bancario (Unipol Banca, Banca Sai, Unipol SGR).

Fondata nel 1963, la compagnia avvierà negli anni successivi un interessante percorso di sviluppo che – principalmente inquadrato in ambito assicurativo – condurrà Unipol vantare numeri di particolare rilievo, in cui più di 15 mila dipendenti, oltre 14 milioni di clienti, migliaia di agenzie, sub agenzie e filiali bancarie presenti in tutto il territorio nazionale.

La società è altresì quotata sui mercati regolamentati di Borsa Italiana, in cui è presente all’interno del paniere di titoli dell’indice FTSE MIB. Ha come socio di maggioranza la Finsoe, una società finanziaria controllata dalle imprese del movimento cooperativo che aderiscono alla Legacoop.

Informazioni principali

  • Nome: Unipol
  • Codice ISIN: IT0004810054
  • Sede: Via Stalingrado, 45 – 40128 Bologna
  • Partita IVA: 03719580379
  • Fondazione: 1963
  • Sito web: www.it
  • Figure chiave: Pierluigi Stefanini (presidente del consiglio di amministrazione), Giovanni Antonelli (vice presidente del consiglio di amministrazione), Carlo Cimbri (amministratore delegato)
  • Principali azionisti: Finsoe 31,04%
  • Utile netto: 329,6 milioni di euro (2016)
  • Azioni emesse: 717 milioni
  • Capitalizzazione di mercato: 2,5 miliardi di euro
  • Media giornaliera azioni scambiate: 3,4 milioni
  • Volatilità: 24%

Profilo Unipol

Unipol è gruppo finanziario in grado di ricoprire il ruolo di second leader nel mercato assicurativo italiano, e primo operatore nel ramo Danni (è altresì nella top ten nel mercato europeo).

Al di là di tale breve sintesi, il biglietto da visita che Unipol può vantare è di sicuro rilievo, e ben in grado di condividere con gli stakeholders l’importanza che il gruppo riveste in ambito internazionale: fanno infatti parte del gruppo più di 15 mila dipendenti, una quota di mercato di oltre il 20 per cento nel ramo Danni e di circa il 7 per cento nel ramo Vita, più di 14 milioni di clienti, oltre 3 mila agenzie e più di 20 mila agenti e sub-agenti, e una presenza che si estende anche al di fuori dei confini nazionali (principalmentei n Serbia).

Oltre all’attività assicurativa tradizionale, la società è attiva anche nell’assicurazione auto diretta, nella vendita online di soluzioni Vita, nella tutela della salute, nella previdenza complementare e – naturalmente – nel settore bancario. In virtù di una lunga serie di accordi di joint venture, presidia inoltre il canale della bancassicurazione.

Una specifica attenzione è altresì riservata nei confronti del mercato immobiliare, in cui il gruppo è tra i primi operatori italiani per entità del patrimonio (oltre 4 miliardi di euro). Altre attività sono detenute nel settore alberghiero, sanitario e agricolo.

Previsioni azioni Unipol

Unipol ha comunicato i risultati del 2016, un esercizio che si è chiuso con un utile netto di 329,6 milioni di euro, in accelerazione rispetto ai 271,8 milioni di euro che la società era stata in grado di ottenere nell’anno precedente.

Per quanto concerne i volumi, la società ha altresì precisato come la raccolta diretta assicurativa – al lordo delle cessioni in riassicurazione – si sia attestata a 14,81 miliardi di euro, e dunque in flessione del 10,1 per cento rispetto al dato del 2015, quando fu pari a 16,48 miliardi di euro, come conseguenza del forte rallentamento registrato nel comparto Vita (- 18,6 per cento).

In ottica di patrimonio netto, quello di pertinenza del gruppo alla fine del 2016 era pari a 8,13 miliardi di eruo, contro gli 8,45 miliardi di euro di inizio esercizio. A fine anno il margine di solvibilità era pari a 1,4x i requisiti richiesti, contro l’1,5x di inizio anno, a causa principale degli effetti derivanti dalla maggiore riduzione della curva di sconto delle passività rispetto a quella del mercato obbligazionario.

Infine, il top management societario ha affermato che nel corso del 2016 il portafoglio titoli della società ha ottenuto un rendimento pari a circa il 3,5 per cento degli asset investiti, nonostante la svalutazione dell’investimento effettuato nel fondo Atlante 1 per un importo pari al 24 per cento dello stesso investimento.

Quotazioni Unipol

Attualmente le quotazioni Unipol portano le azioni societarie sopra quota 3,5 euro, e si trovano all’interno di un trend di medio periodo piuttosto positivo, che è partito nell’estate 2016, con titoli di mercato con valore intorno a 2,6 euro.

Si tratta comunque di un valore di scambio ben lontano dai massimi toccati ad aprile 2014, quando i titoli della società giunsero a 5,74 euro.

Dividendi Azioni Unipol

Il consiglio di amministrazione di Unipol ha proposto all’assemblea degli azionsiti la distribuzione di un dividendo 2017 (su dati 2016) pari a 18 centesimi di euro per azione, con payout di circa l’80 per cento.

La cedola del 2017 è dunque in linea con il risultato dell’anno precedente, lievemente superiore al dato del 2015 (17 centesimi di euro, ma 19 centesimi di euro per le azioni privilgiate).

Conviene investire in Unipol

Il top management di Unipol ha ricordato che il 2016, primo anno del nuovo business plan, è stato esercizio in cui il gruppo ha raggiunto e ha superato gli obiettivi che erano stati fissati.

In particolare, sul fronte della controllata Unipol Banca, l’amministratore delegato Cimbri ha specificato come il gruppo stia cercando un’opzione m&a con un operatore più grande. L’ad ha poi spiegato che, per quanto riguarda l’acquisto di una quota del 5% di Bper, l’operazione è utile per poter rafforzare l’accordo di bancassicurazione già esistente con la banca modenese.

Soddisfazione è stata espressa anche da alcuni dei più noti broker e analisi. Banca Imi, in particolare, ha dichiarato che le attese per i profitti netti cumulati nel periodo 2016-2018 sono in linea con i target del piano nel periodo. Mediobanca ha segnalato per Unipol gruppo finanziario la raccomandazione outperform per uno sconto sul Nav eccessivo, che non incorporerebbe ancora i miglioramenti recenti sulla qualità degli asset.

Come fare trading su Unipol

Vi ricordiamo che potete fare trading su Unipol acquistando direttamente i titoli azionari sui mercati regolamentati di Borsa Italiana, oppure utilizzando le stesse azioni come sottostante per i vostri investimenti in strumenti derivati, come i contratti per differenza o le opzioni binarie.