Trading Criptovalute

Cosa sono le criptovalute? Come investire in criptovalute? Quali sono i vantaggi e i rischi che si corrono? È davvero conveniente investire nelle monete virtuali?

>>> CLICCA QUI E FAI TRADING SULLE CRIPTOVALUTE <<<

Queste sono tutte domande che, siamo sicuri, ti sei posto anche tu se sei finito su questa pagina.

Quello delle criptovalute è un mercato complesso e ancora sconosciuto a molti, anche se ha visto una rapidissima espansione negli ultimi anni, anzi diciamo pure che si è assistito ad un vero e proprio boom.

Stiamo parlando di uno dei mercati più liquidi e frenetici al mondo, non regolamentato e pertanto dal valore altamente volatile.

Ciò significa che investire in criptovalute non è sicuro?

Ovviamente no. Al contrario, lo scambio di questi asset è consentito da un sistema crittografato, quindi le transazioni sono davvero sicure.

Se non ti è ancora chiaro cosa sono le criptovalute e come puoi investire sulle monete virtuali, di seguito vediamo di spiegarti meglio come funziona, come puoi fare trading in maniera sicura senza rischi e se investire in criptovalute conviene oggi o è meglio lasciar perdere.

Cosa sono le criptovalute: come funzionano e quali sono i vantaggi

Le criptovalute sono delle monete digitali o virtuali, utilizzabili sia per fare acquisti sul web come per le monete tradizionali, quali euro, dollaro, sterlina, ecc., sia per fare investimenti sui mercati come avviene per il forex.

>>> CLICCA QUI E FAI TRADING SULLE CRIPTOVALUTE <<<

La differenza sostanziale con le valute tradizionali è che le criptovalute fisicamente non esistono. Non potrai mai tenerne una in mano sotto forma di moneta in metallo o banconota, pertanto le transazioni possono avvenire solo ed esclusivamente in maniera telematica, tramite tecnologia peer-to-peer.

Questo ti consente di effettuare uno scambio diretto, senza intermediari, su reti i cui nodi sono costituiti da computer di utenti, situati potenzialmente in tutto il mondo.

Un altro aspetto che le differenzia dalle monete tradizionali è il fatto che il sistema in cui operano è di tipo “decentralizzato”, cioè non soggetto a controllo da parte di enti centrali governativi, come avviene per le banche sulle valute tradizionali, ad esempio.

Mentre le politiche monetarie delle banche e degli Stati influenzano il valore di una moneta,  il valore delle criptovalute, invece, è altamente volatile e può variare drasticamente da un momento all’altro, motivo per il quale queste ultime sono adatte alla speculazione.

Come investire in Criptovalute: differenza tra Exchange e broker

Adesso che hai le idee più chiare in merito a cosa sono e come funzionano queste monete virtuali, che promettono di sostituirsi in futuro ai sistemi monetari tradizionali, vediamo allora come puoi investire in criptovalute in maniera semplice e limitando tutti i rischi che comporta l’investimento in un asset così volatile.

>>> CLICCA QUI E FAI TRADING SULLE CRIPTOVALUTE <<<

Abbiamo detto che non esiste un formato materiale di queste criptomonete, quindi non puoi acquistarle o scambiarle in maniera tradizionale. Dovrai rivolgerti a delle piattaforme specifiche, chiamate Exchange, oppure a dei broker di trading in base al tipo di attività che vuoi svolgere.

Se hai intenzione di acquistare e possedere i token delle criptovalute, allora dovrai affidarti ad una piattaforma Exchange e conservare i guadagni in un e-wallet, al sicuro da attacchi hacker.

Se invece pensi di investire in criptomonete a scopo speculativo, la migliore soluzione è sfruttare i broker CFD del trading online.

Al di là della tipologia di investimento, i due strumenti contano sostanziali differenze che è bene conoscere per scegliere quello migliore in base alle tue necessità.

Compra Criptovalute: la Regolamentazione

Chi si è già dedicato al trading con altri asset lo sa bene, la regolamentazione per le piattaforme di investimento è importante al fine di tutelare il proprio denaro.

Sebbene le piattaforme di exchange siano state pensate e create unicamente per investire in criptovalute, la regolamentazione per questi strumenti è ancora insufficiente in alcuni paesi, mentre in altri risultano del tutto sprovviste di qualsiasi forma di autorizzazione e regolamentazione da parte degli organismi di controllo finanziari.

Discorso totalmente diverso per i broker CFD, che invece sono sottoposti a rigida regolamentazione da parte di enti (come la Consob in Italia) che agiscono a tutela degli investitori, pertanto per poter operare legalmente tutti i broker devono possedere un’apposita licenza.

Nel mondo del trading, quindi, le piattaforme senza licenza sono da considerare inaffidabili.

Di conseguenza, possiamo affermare che operare con le piattaforme di Exchange, dal momento che non sono regolamentate, potrebbe essere più rischioso e meno sicuro.

Disponibilità di asset

Le piattaforme di Exchange sono state create appositamente per investire in criptovalute, pertanto tramite di esse è possibile negoziare una quantità notevole di criptomonete.

Non solo Bitcoin o Ethereum, per citare le più note, ma centinaia e centinaia di token, alcune delle quali sconosciute ai più.

Con i broker CFD invece hai la possibilità di fare trading solo con alcune criptovalute, di solito le più famose e conosciute, ma puoi variare le tipologie di investimento negoziando tantissimi altri asset come forex, azioni, materie prime, ecc.

Come acquistare Criptovalute

Come abbiamo accennato, con le piattaforme di Exchange puoi acquistare e vendere criptovalute solo se le possiedi concretamente. Il guadagno, ovviamente, lo si ottiene solo se il loro valore continua a crescere.

>>> CLICCA QUI E FAI TRADING SULLE CRIPTOVALUTE <<<

È bene però spostare i token nel wallet perché le piattaforme di Exchange, dal momento che non sono regolamentate, potrebbero essere soggette ad attacchi hacker frequenti.

Con i broker CFD, invece, hai la possibilità di investire e speculare sull’asset senza doverlo detenere realmente. I CFD, infatti, sono degli strumenti derivati che simulano il prezzo del bene sottostante, pertanto puoi semplicemente speculare sull’andamento del suo valore (al rialzo o in calo) attraverso i “Contratti per Differenza” che instauri con il broker.

In questo modo, hai la possibilità di guadagnare anche se il valore della criptovaluta è al ribasso, l’importante è aver puntato sul giusto andamento.

Allo stesso tempo, non possedere realmente l’asset scongiura il rischio di furti da parte degli hacker.

Velocità e accessibilità

La velocità nelle operazioni è fondamentale quando si fanno degli investimenti. Uno dei limiti principali delle piattaforme Exchange è dato proprio dal fatto che i collegamenti sono più lenti perché viaggiano su blockchain che devono essere verificati volta per volta.

Ciò comporta il rischio che il prezzo possa cambiare dal momento in cui scegli di acquistare una criptovaluta al momento un cui la detieni concretamente, data l’alta volatilità dell’asset.

Inoltre, per i “non addetti ai lavori” le piattaforme di Exchange risultano un po’ complesse da utilizzare e il servizio di assistenza non sembra essere dei migliori.

I broker CFD, invece, si distinguono per velocità nell’esecuzione degli ordini e piattaforma user-friendly, quindi semplice ed intuitiva anche per chi mastica poco il linguaggio del trading.

Non tutti i broker sono uguali, ovviamente. Tutti mettono a disposizione numerosi strumenti di supporto per garantire la migliore esperienza di trading possibile, ma sono proprio questi strumenti che permettono di differenziarli in base alle esigenze di ogni trader.

Inoltre, le piattaforme dei broker non applicano costi di commissione sulle operazioni eseguite e non trattengono percentuali sui profitti maturati dagli utenti. Il loro guadagno è dato dallo spread, cioè dalla differenza tra il prezzo di acquisto e il prezzo di vendita della criptovaluta che scegli di negoziare.

I migliori broker CFD per investire in criptovalute

Abbiamo visto, quindi, che investire in criptovalute con broker CFD risulta essere la soluzione migliore per ottenere dei potenziali guadagni attraverso operazioni speculative sul valore delle criptovalute.

Con i broker CFD, infatti, hai tutta una serie di vantaggi che non sono concessi a chi acquista monete digitali con piattaforme Exchange, come ad esempio la possibilità di diversificare il portafoglio con diversi asset oltre alle criptovalute.

Ecco allora alcuni dei migliori broker sul mercato e i relativi strumenti di investimento che mettono a disposizione degli utenti che scelgono di fare trading con le loro piattaforme.

eToro: conto demo illimitato e copy trading

eToro è uno dei broker più famosi e amati praticamente in tutto il mondo. La sua fama è cresciuta in maniera esponenziale nel tempo e oggi conta ben 14 milioni di traders all’attivo.

Tra le altre qualità, sono due in particolare gli strumenti maggiormente amati dagli utenti, soprattutto i principianti: conto demo illimitato e servizio di copy trading.

Nel primo caso, si tratta di uno strumento che permette di fare delle simulazioni di trading senza rischi.

Il conto demo, infatti, è ricaricato con del denaro virtuale che può essere speso sui mercati per fare pratica ed esercitarsi con mosse e strategie, con il vantaggio che non c’è il rischio di perdere il proprio patrimonio se qualche operazione dovesse andare male.

Inoltre, questo conto rimane attivo anche quando si procede al primo vero deposito di denaro e si inizia a fare trading realmente, così da poterlo sfruttare anche in futuro per testare qualche nuova strategia senza mettere a rischio i propri soldi.

Il copy trading, invece, è uno strumento che permette di fare trading automatico copiando le mosse dei traders professionisti. In questo modo i principianti riescono a fare formazione indiretta, studiando le strategie dei migliori, e al tempo stesso possono garantirsi qualche primo piccolo profitto in percentuale.

Investous: formazione e segnali di trading

Quando si parla di supporto all’utente, sono pochi i broker che riescono a competere con Investous sotto questo punto di vista. Il broker, infatti, oltre ad essere considerato tra i più affidabili perché vanta numerose licenze e autorizzazioni, si è distinto per l’ampia sezione di formazione che mette a disposizione dei suoi utenti, in maniera gratuita.

Chiunque voglia iniziare a fare trading ma parte da zero, all’interno della piattaforma può consultare pdf, video lezioni e corsi completi di trading in formato ebook, per acquisire completamente le nozioni basilari dell’attività di investimento.

I più esperti, invece, possono contare su un altro servizio utilissimo, cioè Segnali di trading.

Grazie alla collaborazione con Trading Central, azienda leader nell’analisi finanziaria, gli investitori ricevono segnali precisi in merito ai movimenti dei mercati e suggerimenti d’investimento accurati, indispensabili per mettere a segno operazioni vincenti.

IqOption: deposito minimo 10 euro

Chiunque voglia iniziare a fare trading ma non si sente ancora pronto a lanciarsi negli investimenti più sostanziosi, o non dispone di grosse somme di denaro, IqOption è l’unico broker CFD che permette di cominciare ad investire con un deposito minimo di soli 10 euro.

Prima di versare il deposito, però, è bene sottolineare che anche questo broker fornisce un conto demo gratuito e illimitato per gli iscritti alla piattaforma. Una volta terminati i primi 10 mila euro virtuali, infatti, si può richiedere che il conto venga ricaricato con altro denaro virtuale per continuare ad investire in versione demo.

Perchè investire in criptovalute: i vantaggi

Quello delle monete digitali è un asset molto interessante e sono parecchi i vantaggi per chi si chiede perché investire in criptovalute.

Prima di tutto, ribadiamo che le transazioni sono tra le più sicure perché crittografate. I movimenti di criptovalute, infatti, sono concessi da un sistema chiamato blockchain. Si tratta, quindi, di una tecnologia sicura e rapida (gli scambi avvengono in soli dieci minuti) attraverso il quale puoi fare sia operazioni di acquisto che speculative.

Poi, il fatto che il sistema non sia sottoposto ad alcun controllo da parte di organi governativi o enti finanziari permette di tagliare i costi di intermediazione, cioè quelle percentuali che solitamente sono trattenute dalle banche per i movimenti di denaro.

Inoltre, a differenza delle monete tradizionali, le criptovalute non sono soggette ad inflazione perché vi è un limite alla loro creazione, generalmente imposto dall’ente emittente che ne stabilisce anche la regolamentazione.

Le criptovalute, quindi, non puoi conservarle in dei conti correnti bancari (dove pagheresti i costi di gestione) ma hai a disposizione un portafoglio virtuale, chiamato e-wallet, dove il tuo patrimonio è al sicuro dal rischio di furti o frodi.

Infine, il valore di una specifica criptovaluta è uguale in tutto il mondo, quindi se effettui uno scambio di Bitcoin o Ethereum con un utente situato dalla parte opposta della terra questo avverrà nel giro di pochi minuti e senza subire gli effetti del cambio valuta tipico dei sistemi monetari differenti.

Investire in Criptovalute: i rischi

Benché investire in criptovalute nel 2020 conviene perchè è considerato uno degli asset più promettenti sul mercato, è bene ricordarsi che gli investimenti finanziari comportano sempre dei rischi e questi possono essere particolarmente alti nel caso in cui si scelgano dei mercati volatili come il forex o quello delle criptomonete.

Proprio l’altissima volatilità di questo asset lo rende particolarmente rischioso. Il valore di una criptovaluta, infatti, può subire oscillazioni anche molto vertiginose nel giro di pochi minuti, senza alcun segnale di preavviso.

La volatilità assieme all’utilizzo della leva finanziaria, poi, da vita ad una combinazione pericolosa per il patrimonio.

Questo significa che la prudenza deve essere massima e soprattutto è consigliabile approcciarsi al settore con consapevolezza e la giusta preparazione tecnica e mentale.

L’anonimato nelle transazioni è, invece, un’arma a doppio taglio.

Ad ogni portafoglio virtuale, infatti, è associato un codice alfanumerico che non mostra l’identità del proprietario, così hai la certezza che nessuno possa mai scoprire come e dove hai speso le tue criptomonete.

Dall’altro lato, però, c’è il rischio che qualche malintenzionato possa sfruttare questa caratteristica per finalità illecite, favorito dal fatto che le autorità hanno ancora poco controllo su questo sistema.

Infine, trattandosi di un sistema monetario totalmente digitale, quindi puramente informatico, gli hacker costituiscono la principale minaccia. Benché sia quasi impossibile falsificare le criptovalute, le piattaforme di Exchange invece possono subire attacchi da parte di hacker e le criptomonete lì depositate rischiano di essere sottratte in pochi secondi.

Investire in criptovalute opinioni e conclusione

Investire in criptovalute risulta essere una buona idea per quanti vogliono dedicarsi ad una tipologia di investimento potenzialmente molto remunerativa ma al tempo stesso abbastanza rischiosa.

L’alta volatilità di questo asset, infatti, fa sì che le oscillazioni di valore siano frequenti e vertiginose, il che lo rende un mercato adatto agli investitori più esperti.

Chi è alle prime armi nel settore delle negoziazioni può dedicarsi ad operazioni di speculazione grazie alle piattaforme di broker CFD, che consentono di negoziare il titolo senza possederlo concretamente, limitando così i rischi del mercato al ribasso.